A proposito del Consorzio Camerale. Notizie di sintesi

Cosa fa il Consorzio Camerale?
Il Consorzio Camerale interviene in 3 diversi ambiti operativi:

– studi e ricerche di carattere macro-economico, sia a livello nazionale, sia in ambito regionale e locale. Sono stati realizzati, ad esempio, studi sul mercato del credito, sulla rischiosità del tessuto produttivo e sul sistema dei confidi;

– servizi di consulenza strategica e organizzativa. Si possono citare i programmi per il microcredito o per il private equity. Sono stati eseguiti studi di fattibilità per la costituzione di SGR e di fondi rotativi;

– attività di formazione per imprese e strutture camerali e associative, anche attraverso la collaborazione di esperti e consulenti esterni.

Quali sono i vantaggi per chi aderisce?

L’adesione al Consorzio Camerale offre la possibilità di interagire, a livello sia istituzionale sia operativo con le Camere di commercio aderenti, nel corso di incontri periodici e tramite collaborazioni ad hoc su progetti specifici.

Il Consorzio organizza inoltre incontri di formazione attivabili d’accordo con le Camere associate e un servizio di help desk su problemi relativi al mercato del credito e della finanza.

Sono infine attivi una newsletter e un sito web che le Camere associate possono utilizzare per diffondere e condividere progetti, proposte e altre informazioni di interesse.

Quali sono gli obblighi per chi aderisce?

L’Assemblea è costituita dai rappresentanti legali pro-tempore degli enti associati o da loro delegati. L’Assemblea deve essere convocata obbligatoriamente due volte l’anno e comunque ogni qualvolta ne facciano richiesta almeno un decimo dei suoi componenti.

Le Camere di commercio consorziate sono tenute, inoltre, a versare annualmente un contributo per le attività del Consorzio che varia, di anno in anno, secondo l’Art. 14 dello Statuto attualmente in vigore.

Ogni soggetto partecipante può recedere dal Consorzio Camerale; il recesso ha effetto immediato ma il soggetto partecipante rimane obbligato al versamento del contributo per l’anno solare nel quale viene deliberata l’esclusione.

Quanto costa aderire?

In base all’Art. 14 dello Statuto attualmente in vigore “le Camere di commercio partecipanti al Consorzio Camerale concorrono alle spese consortili, risultanti dal bilancio preventivo:

1)  per il 40% con contributo paritario;
2) per il 60% con una quota proporzionale al numero di Società di Capitale attive iscritte al 31 Dicembre dell’anno precedente al Registro delle Imprese delle Province di competenza.

L’Unione Italiana delle Camere di commercio e le Unioni Regionali delle Camere di commercio corrispondono soltanto il contributo paritario di cui al precedente punto 1).

Chi sono i soci del Consorzio Camerale?

Sono soci del Consorzio Camerale: Unioncamere Nazionale, Unioncamere Lombardia, le Camere di commercio di: Bari, Bolzano, Brescia, Chieti, Firenze, Genova, L’Aquila, Milano, Napoli, Palermo, Rieti, Salerno, Trieste e Udine.

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’ADESIONE AL CONSORZIO